Dicono di lui

 

 

"Paolo VI conosceva molto bene la penosissima vicenda del salesiano Giuseppe Cognata (†1972), durata ventidue anni. Consacrato vescovo di Bova nel 1933 e accusato di cose infamanti dal barone Fassini, fu sospeso dal ceto dei vescovi il giovedì 21 dicembre 1939 e parzialmente riabilitato da Giovanni XXIII.  Eletto papa, Montini, dopo tre mesi, gli diede il titolo di vescovo di Farsalo e mons. Cognata poté partecipare al Vaticano II". segue...

Padre Rodolfo Saltarin, vice Postulatore della causa di beatificazione di Tommaso da Olera.

 

 

"Significativa è pure la vita di monsignor Giuseppe Cognata, vescovo di Bova Marina, fondatore delle Oblate del Sacro Cuore. L’indicibile sofferenza, provocata da calunnie che comportarono la rinuncia del suo incarico di Vescovo per 22 anni, non lo fiaccò nella fede. Fu riabilitato, e ora si lavora per avviare la causa di beatificazione".

 Pascual Chávez Villanueva, già Rettor Maggiore dei Salesiani. Strenna 2009

 

 

«Il suo cuore, nel dolore più profondo è maturato un amore straordinario: comprensivo, paziente, tenero, forte e allo stesso tempo dolce. Come Gesù sul Calvario: così è vissuto negli anni dell’esilio».

Mons. Tito Solari, arcivescovo di Cochabamba 

 

  

“Umile e mite come la vittima sul Calvario, Mons. Cognata accetta in silenzio e si offre, come modello di perfetta obbedienza ed oblazione: così permette per lui il Divino Modello”. 

Don Luigi Castano, SBD

 

 

 La sua vita può essere riassunta nella pagina mirabile del Servo di Jahvé, profetizzato da Isaia: «Si lasciò umiliare e non aprì la sua bocca» (Is 53,7). Segue...

Paolo Risso, Rivista Maria Ausiliatrice.

 

 

Quanti tra gli agrigentini sanno che nella nostra città, al Villaggio Peruzzo, opera una piccola comunità di Suore Salesiane Oblate del Sacro Cuore appartenenti all’Istituto fondato dal Vescovo Salesiano agrigentino, Mons. Giuseppe Cognata? Segue...

Ex allievi Agrigento

  

  

"Il Salesiano che guidava Nicasio era Mons. Giuseppe Cognata, siciliano pure lui. Avevano stretto amicizia quando Nicasio studiava a Roma, e lui non era ancora Vescovo".Segue...

Dalla biografia di Nicasio Triolo